Chi siamo
Come funziona
Vantaggi
Blog
030 8085393
Contattaci
Login
Registrati

Ricerca

Tag: pmi
  • Dal Fondo Impresa Donna all’invoice trading: sempre più opzioni per le imprenditrici

    Mentre la creazione di nuove imprese femminili stenta a tornare ai livelli raggiunti nel 2019, si moltiplicano gli strumenti tradizionali e innovativi per consentire alle donne imprenditrici o aspiranti tali di accedere al credito a partire da migliori condizioni.

    Leggi l'articolo

  • PMI e ritardo dei pagamenti: i settori ancora in difficoltà

    Secondo quanto si legge nel rapporto Cerved sulle PMI sarebbero numerosi i settori e le aziende ancora in crisi di liquidità, nonostante le buone prospettive di ripresa economica per il settore delle PMI italiane.

    Leggi l'articolo

  • Dal private debt all’invoice trading: crescono le opportunità per le PMI

    Record storico di raccolta e investimenti del settore private debt italiano secondo i dati elaborati da Deloitte e AIFI, ma non mancano ulteriori opportunità per le PMI che necessitano di liquidità immediata.

    Leggi l'articolo

  • Pmi: il welfare che fa crescere produttività e occupazione

    I dati dell’ultimo Rapporto Welfare Index PMI di Generali Italia, giunto ormai alla sesta edizione, certificano l’impatto positivo del welfare dal punto di vista della crescita della produttività aziendale e dell’occupazione, soprattutto femminile e giovanile.

    Leggi l'articolo

  • PMI: l’importanza di comunicare meglio la sostenibilità

    Le PMI sono sempre più attente a comunicare la sostenibilità con l’obiettivo di rispondere alle richieste degli stakeholder ma anche di accedere a nuovi canali di finanziamento, come avviene su CashMe dove è attivo un investitore specializzato nell’acquisto pro soluto di crediti ESG-compliant.

    Leggi l'articolo

  • CashMe e Nexus International sostengono le PMI che vendono all’estero

    I clienti di CashMe e Nexus International, società del Gruppo Finservice, possono ricevere un sostegno nella loro attività di internazionalizzazione grazie all’invoice trading online.

    Leggi l'articolo

  • Il conto della crisi, dalle PMI alle grandi aziende

    Mentre sono ancora attive le moratorie sui prestiti, un nuovo studio Cerved offre un quadro aggiornato sull’impatto della crisi economica sui fatturati di piccole e grandi imprese italiane.

    Leggi l'articolo

  • PMI e pagamenti in ritardo: prima inversione di tendenza

    Secondo l'ultimo studio Cribis i tempi di pagamento delle fatture delle PMI italiane sono ancora ampiamente superiori rispetto a quelli registrati a fine 2019. La situazione non tornerà alla normalità ancora per un altro anno almeno, secondo gli autori della ricerca.

    Leggi l'articolo

  • PMI e innovazione: la situazione in Italia un anno dopo

    Una serie di report fotografa in maniera inequivocabile il cambiamento in atto a livello nazionale: una PMI su due ha introdotto almeno una innovazione di prodotto, di processo o di organizzazione nel corso dell'ultimo anno, e chi non lo ha ancora fatto è sul punto di adeguarsi.

    Leggi l'articolo

  • Invoice trading e ESG: su CashMe gli investitori sostengono le PMI sostenibili

    L'attenzione di CashMe nei confronti della sostenibilità delle aziende si conferma con la presenza di un investitore specializzato nell’acquisto di crediti commerciali ESG-compliant da parte delle PMI.

    Leggi l'articolo

  • I cinque ostacoli del passaggio generazionale nelle PMI

    Una interessante analisi del centro studi di Confartigianato Piemonte pone in evidenza le principali difficoltà, non solo di origine burocratiche, che incontrano le piccole e medie imprese italiane nel passaggio generazionale.

    Leggi l'articolo

  • PMI e accesso al credito: la situazione un anno dopo

    Una interessante sintesi della direttrice osservatorio innovazione digitale nelle PMI di Osservatori Digital Innovation, Giorgia Sali, su come sono cambiate le modalità di accesso al credito da parte delle piccole e medie imprese italiane nel corso dell'ultimo anno, e che cosa resta ancora da fare.

    Leggi l'articolo

  • Anticipo fatture online: ora si può farlo senza indebitarsi ulteriormente

    Grazie all'invoice trading le aziende possono oggi effettuare l'anticipo delle fatture online senza aumentare la propria esposizione verso le banche e senza ulteriori segnalazioni in centrale rischi.

    Leggi l'articolo

  • Le PMI e la lunga rincorsa della sostenibilità

    Dalla sostenibilità come voce di costo alla sostenibilità come obiettivo di business: ecco come le PMI stanno affrontando questa lunga fase di trasformazione.

    Leggi l'articolo

  • A che punto siamo con la digitalizzazione delle PMI italiane

    Mancanza di strategia, di formazione, di visione: quali sono gli ostacoli da superare per la piena digitalizzazione delle piccole e medie imprese italiane e un esempio concreto da cui partire.

    Leggi l'articolo

  • Le imprese familiari tra liquidità e passaggio di testimone

    Secondo l’ultima edizione dell’Osservatorio AUB le imprese familiari con più di 20 milioni di euro di fatturato sono chiamate oggi ad affrontare due importanti sfide, sul fronte finanziario e manageriale.

    Leggi l'articolo

  • PMI e passaggio generazionale: a che punto siamo in Italia

    Solo una parte delle imprese familiari rispetta le scadenze del passaggio generazionale, esponendosi a rischi evitabili in caso di eventi imprevisti o qualora lo stesso passaggio avvenga troppo “bruscamente”.

    Leggi l'articolo

  • PMI e smart working: risparmiare si può, ma a una condizione

    Cresce il numero di aziende che dichiarano di aver riscontrato un importante aumento della produttività dei dipendenti e una riduzione dei costi di esercizio dell’attività, seppur con qualche significativa eccezione.

    Leggi l'articolo

  • Bilancio di fine anno: per le PMI un aiuto arriva dell’invoice trading

    Grazie all’invoice trading, le PMI che si avviano alla chiusura del bilancio d’esercizio possono cedere i crediti commerciali senza aumentare il debito finanziario, nell’ottica di migliorare il rating dell’azienda.

    Leggi l'articolo

  • Reverse factoring: un esempio concreto per capire come funziona

    In che modo il reverse factoring consente alle aziende medie e grandi di migliorare la gestione degli squilibri di cassa e ai fornitori di ricevere liquidità mediata dalla cessione delle fatture.

    Leggi l'articolo

  • PMI: più produttività e occupazione grazie al welfare

    Le piccole e medie imprese crescono più rapidamente e creano nuovi posti di lavoro grazie agli investimenti in programmi di welfare, secondo l’ultimo Rapporto Welfare Index PMI di Generali.

    Leggi l'articolo

  • La resilienza delle imprese familiari alla prova del cambio generazionale

    Più resilienti di altre alla prova del Coronavirus, le imprese familiari devono ora fare i conti con l’ormai prossima scadenza del cambio generazionale: minaccia o opportunità?

    Leggi l'articolo

  • PMI: soluzioni modulari e scalabili per accelerare la digitalizzazione

    Secondo una ricerca del Politecnico di Milano il gap digitale accumulato in questi anni dalle PMI italiane nei confronti del resto del continente è diventato sempre più ampio: idee e spunti per invertire la rotta.

    Leggi l'articolo

  • Le PMI e l’ostacolo liquidità: cosa dicono i numeri

    Secondo l’ultimo bollettino della BCE le PMI italiane sono tra le più colpite dalla crisi economica dovuta all’emergenza Coronavirus, in ragione del calo di fatturato e delle crescenti restrizioni al credito.

    Leggi l'articolo

  • PMI e merito creditizio: cambio di passo con l’invoice trading

    Nel momento di massima crisi economica, dovuta alla pandemia, l’invoice trading può diventare un utile alleato delle PMI in difficoltà e in cerca di liquidità immediata.

    Leggi l'articolo

  • Le PMI italiane alla prova dello smart working

    Quali sono gli aspetti critici da affrontare nel passaggio allo smart working in una PMI, e perché non è solo una questione di tecnologia.

    Leggi l'articolo

  • Prestiti alle PMI: le garanzie e l’alternativa dell’invoice trading

    Quali sono le garanzie per i prestiti alle PMI previsti dal Decreto Liquidità, e quale potrebbe essere il ruolo dell’invoice trading nel fornire un supporto alternativo alle esigenze finanziarie delle imprese.

    Leggi l'articolo

  • L’anno in cui le PMI di tutto il mondo scoprirono il fintech

    Oltre un quarto delle piccole e medie imprese a livello globale ha già fatto uso di servizi fintech in alternativa ai tradizionali canali bancari nel 2019. Ecco il perché di una rivoluzione.

    Leggi l'articolo

  • PMI: l’anticipo fatture online per sostenere l’export

    Per far fronte ai possibili ritardi nei pagamenti dei crediti commerciali pendenti da parte dei clienti esteri, l’anticipo fatture online oggi costituisce un’alternativa al tradizionale canale bancario.

    Leggi l'articolo

  • Maurizio Montini, MEM Srl: più potere contrattuale con l’invoice trading

    Intervista a Maurizio Montini, co-fondatore e amministratore unico di M.E.M. Srl (Rodengo Saiano, Brescia): “grazie a CashMe noi imprenditori possiamo contrattare con le banche da una posizione più favorevole”.

    Leggi l'articolo

  • Invoice trading e crowd-lending: quale scegliere per la tua impresa

    Invoice trading e lending crowdfunding sono soluzioni alternative ai tradizionali canali bancari per le esigenze di liquidità delle imprese nel breve e medio periodo. Vediamo perché.

    Leggi l'articolo

  • Credit crunch: quali sono i settori che rischiano di più

    Prodotti metallici, tessili e abbigliamento, ma anche costruzioni, alimentari, e molti altri ancora: sono questi i settori dove si registrano il maggior numero di aziende che hanno chiesto una moratoria sui prestiti nel corso del 2020, secondo i dati di Crif Ratings.

    Leggi l'articolo

  • Codice della crisi d’impresa: costi e opportunità per le PMI

    A fronte di un investimento iniziale, l’adozione delle nuove procedure stabilite dal Codice della Crisi d’Impresa può portare un significativo ritorno economico per le PMI. Vediamo come.

    Leggi l'articolo

  • Proteggere il futuro: le PMI e la proprietà intellettuale

    Gli effetti positivi della tutela della Proprietà Intellettuale per le PMI, e i motivi che frenano alcune imprese a ricorrere a questo importante strumento di valorizzazione del patrimonio aziendale.

    Leggi l'articolo

  • PMI: le opportunità nascoste (ma non troppo) del passaggio generazionale

    In che modo il passaggio generazionale di una PMI a conduzione familiare può aprire nuovi scenari di sviluppo e consolidamento dell’impresa stessa.

    Leggi l'articolo

  • L’invoice trading: cos’è e come funziona la soluzione fintech per le imprese

    L’invoice trading continua a raccogliere adesioni con una tendenza continuamente in crescita.

    Leggi l'articolo

  • Le PMI e l’inarrestabile morsa del credit crunch

    La stretta creditizia bancaria non concede tregua alle PMI italiane: nonostante la ripresa, le banche continuano a frenare le erogazioni alle imprese.

    Leggi l'articolo

  • L’evoluzione “rosa” delle PMI italiane

    Le piccole e medie imprese italiane sono sempre più orientate alla crescita e all'integrazione di personale giovane e qualificato. Le donne in particolar modo, vincono in termini di competitività e reattività.

    Leggi l'articolo

  • Le PMI italiane tra opportunità digitali e difficoltà sistemiche

    Le PMI italiane trainano la ripresa economica e si preparano alla trasformazione digitale, ma sul comparto pesano ancora mancanza di credito, ritardi nei pagamenti e burocrazia.

    Leggi l'articolo

  • L’Internet of things nelle imprese

    Il settore dell’IoT sta divenendo sempre più determinante per le imprese dell’industria 4.0, definendo nuovi modelli di business e nuovi processi basati sulla dematerializzazione e sulla interconnessione.

    Leggi l'articolo

  • Il factoring cresce sempre di più in Italia

    Il factoring nelle sue diverse forme è un’opzione sempre più popolare tra le PMI alle prese con la stretta creditizia delle banche.

    Leggi l'articolo

  • Il credit crunch in Italia: le banche chiudono i rubinetti del credito alle imprese

    Il credit crunch, ovvero la contrazione delle erogazioni di prestiti da parte delle banche, verso le piccole e medie imprese rallenta la ripresa economica italiana.

    Leggi l'articolo

  • La fatturazione elettronica: l’Italia “risparmia” e diventa digital

    Le imprese italiane si orientano sempre di più verso la dematerializzazione e la standardizzazione dei processi, conseguenze di un’efficace integrazione delle tecnologie digitali.

    Leggi l'articolo

  • La piccola e media industria 4.0: in viaggio verso la digitalizzazione

    Continua a crescere il numero delle imprese italiane che ritengono di doversi dotare di un’efficace ed oramai imprescindibile strategia digitale per poter rimanere al passo con la concorrenza internazionale.

    Leggi l'articolo

  • Startup italiane: fintech e IoT tra i settori più promettenti 

    Il mondo delle startup innovative in Italia sta attraversando un periodo di crescita costante, permettendo al Paese di uniformarsi ad un avanzamento della tecnologia sempre più persistente e necessario.

    Leggi l'articolo

  • Le PMI trainano la ripresa dell’economia

    Dopo anni di crisi per l’economia italiana, a partire dal 2015 le PMI del nostro Paese hanno contribuito a risollevare la situazione produttiva sistemica, ponendo le basi per il ritorno ad una crescita economica duratura

    Leggi l'articolo

  • Invoice trading: un finanziamento alternativo per l’anticipo fatture

    L’invoice trading consente alle imprese di monetizzare le proprie fatture cedendole a investitori privati, migliorando la solidità finanziaria della propria azienda e superando la stretta bancaria sul credito.

    Leggi l'articolo

  • PMI: quanto costa (davvero) il ritardo nei pagamenti

    Il ritardo nei pagamenti alle piccole e medie imprese è uno dei problemi maggiori e più sentiti, anche nel Regno Unito.

    Leggi l'articolo

  • Cessione crediti e anticipo fatture per la tua azienda: istruzioni per l’uso

    La cessione dei crediti, di cui l’anticipo fatture bancario costituisce una specifica tipologia, è un’operazione che suscita l’attenzione delle PMI che necessitano di liquidità: esploriamo dunque modalità procedurali, opportunità e rischi di questa forma alternativa di finanziamento.

    Leggi l'articolo

  • Accesso al credito e obblighi fiscali delle PMI: l’indagine Unimpresa

    Con l’arrivo di dicembre si avvicinano le scadenze fiscali, e un numero crescente di imprese, per rispettare gli obblighi erariali, bussano agli sportelli bancari: cinque aziende su otto sono costrette a chiedere prestiti in banca. Secondo i dati raccolti da Unimpresa fra le 110.000 aziende sue associate, aggiornati al 30 ottobre scorso, oltre il 62% delle micro, piccole e medie imprese italiane è infatti stato costretto a ricorrere a un finanziamento nel primo semestre del 2016 per riuscire a pagare le tasse.  Quanto ai settori produttivi, gli operatori turistici, le piccole industrie e la grande distribuzione sono più esposti con le banche, risentendo maggiormente della pressione dei versamenti fiscali sugli immobili, Imu e Tasi in particolare. Ma è anche l’Irap a mettere in difficoltà molti imprenditori italiani, poiché l’imposta regionale sulle attività produttive si paga anche in assenza di utili, particolarità tutta italiana. Pesano poi sui bilanci delle imprese, anche i versamenti riguardanti Irpef e Ires.

    Guardando alle imminenti scadenze, l’acconto Ires è sicuramente il più impegnativo da onorare a novembre per le società di capitali. Sempre a novembre, inoltre, lavoratori autonomi e PMI verseranno l’addizionale regionale Irpef. A dicembre, invece, la voce più importante è rappresentata dalle tasse sulla casa, con i saldi Tasi e Imu. Sempre a dicembre inoltre è previsto il versamento dell’acconto Iva. Alle PMI che faticano a gestire gli esborsi legati alle tasse, le banche offrono quando va bene finanziamenti chirografari, e quando va peggio fidi per cassa, con il conseguente appesantimento degli oneri finanziari.

    [caption id="attachment_894" align="aligncenter" width="400"]L’Italia è in dodicesima posizione globale per il carico fiscale sulle imprese. Fonte: Forexinfo su dati World Economic Forum. L’Italia è in dodicesima posizione globale per il carico fiscale sulle imprese. Fonte: Forexinfo su dati World Economic Forum.[/caption]

    Come si legge sul rapporto del Centro studi di Unimpresa, l’aumento della pressione fiscale sulle imprese, in continuo aumento negli ultimi otto anni, genera un triplo effetto negativo sui conti e sulle prospettive di crescita delle aziende. Il primo è l’apertura di linee di credito destinate specificamente a coprire le imposizioni fiscali, invece di nuovi investimenti; ciò limita di per sé la natura stessa dell’attività di impresa. Il secondo problema sorge, poi, alla chiusura degli esercizi commerciali, quando il valore degli immobili posti a garanzia dei prestiti fiscali va decurtato in proporzione al valore dell’ipoteca, con una conseguente riduzione degli attivi di bilancio. Il terzo ostacolo riguarda l’eventuale, ma spesso altrettanto necessario, accesso ad ulteriori finanziamenti a diretto supporto del business aziendale: le società che hanno già chiesto un prestito per motivi fiscali possono presentare agli istituti di credito meno garanzie per accendere ulteriori prestiti, e vengono classificate con un rating più basso, che fa inevitabilmente impennare ulteriormente i tassi di interesse.

    Per tutti questi motivi, cresce il numero di PMI che necessitano di più percorsi paralleli di accesso al credito; una soluzione può dunque essere combinare il prestito acceso presso l’istituto bancario tradizionale con una forma di alternative financing come quella offerta dalla piattaforma online CashMe.

    Leggi l'articolo

  • Industry 4.0: le opportunità per le PMI

    L'evoluzione tecnologica offre grandi opportunità per le imprese, ma anche sfide complesse da affrontare, soprattutto per le PMI. Tuttavia, non digitalizzare il proprio business significa perdere competitività.

    Leggi l'articolo

  • Fatture in cloud: le migliori aziende sul mercato in Italia

    La gestione delle fatture digitali in cloud offre diversi vantaggi alle imprese, in particolare alle PMI. Presentiamo cinque tra i principali provider italiani, analizzando il funzionamento del servizio e tracciando una panoramica dei loro risultati in termini di pubblico e reputazione.

    Leggi l'articolo

  • Fatturazione elettronica tra privati: 5 cose da sapere

    Una panoramica essenziale sulla fatturazione elettronica: da come funziona al suo ruolo nella strategia digitale europea fino agli incentivi messi in campo dallo Stato e ai risparmi rispetto alla controparte cartacea.

    Leggi l'articolo

  • Fintech e banche: brevissima storia dell’innovazione finanziaria

    In pochi anni le nuove tecnologie sviluppate da un numero sempre crescente di startup hanno dato il via a un cambiamento radicale del mercato finanziario e hanno messo gli istituti bancari davanti alla necessità di un profondo rinnovamento.

    Leggi l'articolo

  • Invoice trading vs factoring: quali differenze?

    Sia invoice trading che factoring fanno parte di quella tipologia di finanza alternativa che vede nella cessione delle fatture lo strumento per garantire flussi di cassa continui alle imprese. Vediamo insieme quali sono le differenze.

    Leggi l'articolo

  • Fatturazione elettronica e PMI: è tempo di prepararsi

    Le imprese italiane sono ancora indietro sul processo di digitalizzazione, ma questo può offrire numerosi vantaggi a chi lo implementa per tempo

    Leggi l'articolo

  • L’invoice financing visto da un investitore: quanto rende e quali sono i vantaggi?

    Sinora molto abbiamo detto riguardo ai vantaggi che una PMI può ottenere grazie all’utilizzo dell’invoice financing o di piattaforme di finanza alternativa in generale.

    Oggi vogliamo invece puntare l’attenzione su quali sono gli elementi di interesse in questo genere di attività nell’ottica di un investitore, ovvero di quei soggetti che comprano le fatture.

    Ma facciamo un passo indietro. Dove sta il rendimento per l’investitore che intende acquistare crediti commerciali?  Per spiegarlo proponiamo un breve esempio: la PMI Alpha vanta un credito di € 100.000 nei confronti della grande azienda Beta, che può essere, per esempio, uno dei principali gruppi dell’automotive italiano. Alpha ha necessità di cassa, decide quindi di vendere il credito attraverso una delle piattaforme di invoice financing disponibili sul mercato. L’investitore Gamma, che ha aderito alla piattaforma, nota il credito in asta e lo reputa confacente al proprio profilo di rischio/rendimento. L’investitore decide quindi di comprare il credito ad un prezzo pari, ad esempio, ad € 97.000. A questo punto l’investitore, diventato pieno titolare del credito, attende la scadenza della fattura ed incassa regolarmente il saldo di € 100.000 da Beta, marginando quindi sullo spread (i.e. differenza) tra il valore nominale del credito ed il suo prezzo di acquisto.

    Ma perché un investitore dovrebbe preferire l’acquisto di crediti commerciali rispetto ad altre asset class più comuni scambiate sul mercato?

    In CashMe non riteniamo che i crediti commerciali siano un’asset class sostitutiva rispetto a quelle più diffuse, ma li riteniamo piuttosto un’asset class alternativa, ovvero un ottimo integrativo del portafoglio all’interno del quale nei prossimi anni acquisirà una quota sempre più importante, fino a raggiungerne il 5%/10% per gli investitori più professionali. Vediamo perché.

    Elevati rendimenti ed ottimo rapporto rischio/rendimento

    L’acquisto di crediti commerciali consente di ottenere rendimenti nell’ordine del 5% - 12%, a fronte di un rischio individuato, in termini di probability of default, inferiore al 2% con riferimento alle aziende debitrici.

    Tale rendimento rappresenta il range di tasso medio ottenuto da investitori che hanno deciso di allocare parte delle proprie risorse attraverso piattaforme di invoice financing internazionali. Il dato si sta dimostrando accurato anche per quanto riguarda le esperienze italiane, ed il seguente prospetto estratto dal Bollettino Statistico di Banca d’Italia dimostra il perché.

      invoice financing  

    In Italia nel primo trimestre del 2016, certifica Banca d’Italia, le PMI hanno pagato in media un tasso dell’8,26% ed del 10,38% per ottenere finanziamenti attraverso anticipo fatture, salvo buon fine ed operazioni a revoca per importi inferiori ai € 250.000. Questa però spesso non è l’unica voce di costo che una PMI deve sostenere quando si reca in banca per finanziare il capitale circolante. Infatti, come molti studi hanno ormai ampiamente dimostrato, le banche tradizionali aggiungono una serie di costi, commissioni e penali che portano il tasso ad accrescere per un valore anche fino al 4% - 6% all’anno.

    Diversificazione e decorrelazione

    L’inserimento di una quota di crediti commerciali nel portafoglio consente di diversificare il rischio e ne attenua la volatilità. I tassi di interesse applicati ad operazioni autoliquidanti infatti, come si evince dal tool Base Dati Statistica fornito da Banca d’Italia, presentano un andamento quasi totalmente decorrelato dai mercati finanziari, oscillando in maniera strutturale tra il 7% ed il 9%. Ciò garantisce agli investitori un ritorno stabile nel tempo.

    Bassa duration

    Seppur allo stato attuale non esiste un mercato secondario dei crediti commerciali, che pertanto non sono immediatamente liquidabili, la loro duration è molto bassa: in media tra i 60 e 90 giorni. Se comparati ad asset class di pari durata, risulta evidente l’appetibilità di questa nuova forma di investimento.

      invoice financing

    Leggi l'articolo

  • Ritardo nei pagamenti: l’analisi di Euler Hermes

    I tempi di pagamento tra le imprese restano stabili, ma l’Italia si conferma uno dei fanalini di coda su scala mondiale.

    Leggi l'articolo

  • Finanza alternativa e PMI: le previsioni di 5 leader del fintech

    Conoscenza degli strumenti a disposizione, rapporto diretto con il cliente e disintermediazione sono solo alcune tra le sfide future su cui le piattaforme di finanza alternativa potranno coinvolgere maggiormente le PMI, nelle parole di cinque leader del fintech nazionale e globale.

    Leggi l'articolo

  • Finanza alternativa: invoice financing e p2p lending, quale scegliere?

    Quale strumento di finanza alternativa, tra invoice financing e p2p lending, si adatta meglio agli obiettivi di finanziamento delle piccole e medie imprese?

    Leggi l'articolo

  • Imprese a rischio default: un’Italia a due velocità secondo Cerved Group

    Per la prima volta dal 2011 il numero di upgrade nei profili di rischio delle imprese torna a superare quello di downgrade secondo il Cerved Group Score, ma il totale delle imprese a rischio default resta superiore a quelle sicure.

    Leggi l'articolo

  • Ritardo nei pagamenti: a rischio la sopravvivenza di un terzo delle PMI

    Secondo i risultati dell’European Payment Report elaborato da Intrum Justita oltre un terzo delle piccole e medie imprese europee potrebbero andare incontro alla chiusura a causa del ritardo nei pagamenti, mentre un quarto di esse potrebbe vedersi costretta a licenziare una parte del personale. Non va meglio la situazione nel nostro Paese.

    Leggi l'articolo

  • Fatture non pagate: con noi l’azione legale è gratuita

    Gli investitori che acquistano fatture sulla nostra piattaforma dispongono di un supporto legale in caso di fatture non pagate, grazie all’accordo stipulato tra CashMe e Axist.

    Leggi l'articolo

  • Banche e credito: in Italia i costi più alti d’Europa

    Le spese operative degli istituti di credito tradizionali nel 2014 hanno raggiunto il valore di 49,5 miliardi di euro (1,83% del totale delle attività). Dal 2008, le commissioni sono cresciute dell’11%.  

    Leggi l'articolo

  • Fatturazione elettronica per le imprese: cinque cose da sapere

    Anche nel nostro Paese cresce il ricorso alle fatture in formato digitale: secondo il Politecnico di Milano ognuna permette di risparmiare fino a 8,2 Euro rispetto al cartaceo.

    Leggi l'articolo

  • Finanziamenti PMI: in finanza alternativa nessun cliente è di serie B

    I risultati dell’ultima indagine semestrale BCE sul rapporto tra banche e piccole e medie imprese, europee e italiane, e le prospettive per il medio periodo.  

    Leggi l'articolo

  • PMI italiane e innovazione: cosa manca per il salto di qualità

    Secondo il “Rapporto 2016 Cotec-Chebanca!” a cura del Censis le PMI si confermano il driver della ripresa del Paese, ma per la loro crescita effettiva restano ancora almeno due importanti gap da colmare.

    Leggi l'articolo

  • Finanziamenti PMI: la finanza alternativa contro la stretta del credito

    Le conseguenze della riduzione dei finanziamenti bancari alle PMI e le soluzioni offerte dalla finanza alternativa per ottimizzare il flusso di cassa delle imprese.

    Leggi l'articolo

  • Invoice financing: l’anticipo fatture online piace agli investitori

    Crescono in tutto il mondo gli investimenti di Venture Capital nelle startup fintech attive nel settore dell’invoice financing e anticipo fatture online. Le ultime notizie sul nostro blog.

    Leggi l'articolo

  • Imprese: i consigli degli esperti per la gestione di cassa

    Il successo delle imprese si basa sempre di più su una riserva di liquidità adeguata. Sul nostro blog trovate alcuni consigli di esperti per migliorare la gestione di cassa e gestire al meglio l’incasso delle fatture.

    Leggi l'articolo

  • Finanziamenti alle PMI: via libera al credito alternativo

    Dalla CNA una proposta condivisibile per sostenere il finanziamento alternativo delle PMI attraverso il ricorso a piattaforme fintech innovative, a fronte della contrazione del credito bancario.

    Leggi l'articolo

  • Invoice Financing: l’anticipo fatture ora si fa online

    Sicuro e conveniente, l’invoice financing online offre nuove opportunità alle piccole e medie imprese per monetizzare subito le proprie fatture.

    Leggi l'articolo

  • Finanziamenti alle PMI: cosa pensano gli imprenditori della finanza alternativa

    Secondo una ricerca Amicus Finance il mercato della finanza alternativa per le Piccole e Media Imprese in UK è raddoppiato nell’ultimo anno. Al secondo posto le piattaforme di invoice finance. Ecco quali sono le previsioni degli imprenditori.  

    Leggi l'articolo

  • Fatturazione: tre consigli per velocizzare la gestione delle fatture

    Una gestione ottimizzata dei processi di fatturazione è la pietra angolare su cui si basa la salute di un’impresa. Ecco cosa consigliano alcuni imprenditori per velocizzare il processo di gestione delle fatture.

     

    Una gestione efficace della fatturazione è la pietra angolare su cui poggia un’azienda solida e con prospettive future. Questo è vero soprattutto in un contesto come quello italiano dove solo il 35% delle aziende rispetta le scadenze di pagamento.

    L’automazione dei processi di fatturazione, la gestione ottimale del rapporto con il cliente e il tempo a disposizione sono tre aspetti critici su cui ogni imprenditore dovrebbe concentrarsi per migliorare la propria gestione delle fatture.

    Vediamo in che modo.

     

    Come creare una fattura elettronica nel caso della Pubblica Amministrazione?

    Automatizzare il processo di fatturazione

     

    Come riportato in un recente articolo di Huffington Post Business a cura di John Rampton, imprenditore, mentor, seguito da quasi un milione di follower su Twitter, affidarsi a uno strumento online di gestione della fatturazione assicura un maggior controllo e pianificazione dell’intero processo: per ogni cliente è infatti possibile creare un modello personalizzato per velocizzare l’inserimento delle nuove informazioni.

    I sistemi di gestione delle fatture online permettono inoltre di impostare un promemoria di pagamento, tenere traccia del momento in cui una fattura è stata pagata, e inviare solleciti quando non si riceve il pagamento come previsto.

    Fissare fin da subito e per iscritto le tempistiche di pagamento e tenerne traccia scritta (ad esempio, inviando una mail dopo un accordo verbale) non solo aggiunge un tocco di professionalità ma è segno di ordine e organizzazione mentale.

    Migliorare la comunicazione tra i reparti della propria azienda

     

    Perché aspettare fino a tornare in ufficio per inviare una fattura? La puntualità nell’invio delle fatture è un requisito fondamentale per ricevere il pagamento delle stesse entro le scadenze prestabilite.

    Small Business Guide ha raccolto le testimonianze di oltre 1.500 piccoli imprenditori su come trovare il modo per essere pagati più velocemente.

    Se in alcuni casi è sufficiente utilizzare, come detto precedentemente, piattaforme automatizzate di gestione della fatturazione, in altri è consigliato analizzare la modalità in cui avviene la comunicazione tra il proprio team e il reparto amministrativo dell’azienda, e intervenire ove necessario.

    Curare il rapporto con il cliente

     

    I motivi di un ritardo o di un mancato pagamento possono essere molteplici e devono comunque essere tutti analizzati caso per caso: in tutti questi casi però comunicare col cliente è la chiave per un rapporto di collaborazione forte e duraturo.

    Secondo Danea (azienda che realizza software gestionali per la fatturazione delle PMI) il cliente deve sempre essere messo nella condizione migliore per saldare il suo debito entro i termini stabiliti.

    Per fare ciò è bene chiedere sempre e in modo esplicito di quali informazioni ha bisogno per rendergli il pagamento quanto più semplice possibile. Una visita, o una telefonata a volte possono fare la differenza e prevenire possibili problemi.

    Vuoi incassare le tue fatture più velocemente?

    Visita il nostro sito e scopri la piattaforma di CashMe dedicata alla cessione dei crediti per le Piccole e Medie Imprese!

       

    Leggi l'articolo

  • Anticipo fatture dalla banca: come fare in caso di rifiuto

    L’anticipo fatture della banca verso una PMI è una forma di finanziamento immediata, ma non sempre funziona. Ecco cosa fare in caso di rifiuto.  

    Leggi l'articolo

  • Anticipo fatture: gli 8 vantaggi della finanza alternativa per le imprese

    Nasce in Italia una nuova piattaforma per aiutare le imprese e in particolar modo le PMI a migliorare la gestione del cashflow tramite l’anticipo fatture online da parte di investitori qualificati, senza passare attraverso il canale bancario.

    Leggi l'articolo