Chi siamo
Come funziona
Digital reverse
Vantaggi
Blog
030 8085393
Contattaci
Login
Registrati

Cessione del credito

Anticipo fatture: quando le banche rifiutano di concederlo


Non sempre le banche concedono l'anticipo fatture a imprese e PMI: ecco quando e come comportarsi in caso di rifiuto della propria richiesta.

Gennaio 12, 2022

Affidabilità dei clienti, situazione debitoria, età dell'impresa: sono queste le variabili che le banche valutano quando si trovano ad approvare una richiesta di anticipo fatture da parte di un'impresa cliente, soprattutto se quest'ultima è una piccola e media impresa. Variabili che possono mutare nel corso del tempo e far sì che l'anticipo fatture, altrimenti noto come "Fido per Anticipo Fatture" o anche "Castelletto Bancario", possa essere rifiutato da un istituto di credito con conseguente penalizzazione per l'azienda interessata.

anticipo fatture banca
Anticipo fatture in banca: i tre motivi più comuni per il riifuto

Che cos’è l’anticipo fatture bancario e come viene erogato

L'anticipo fatture viene erogato dalle banche per lo più su fatture che sono state emesse dall'azienda e non sono ancora state né incassate né sono scadute. A differenza dell'invoice trading, di cui parleremo a breve, l'anticipo delle fatture è una forma di finanziamento a breve termine che consiste nell'anticipo dell'importo delle fatture non incassate, e che può avvenire nella forma di mandato all'incasso o cessione del credito commerciale a titolo definitivo da parte dell'istituto di credito che concede il fido per l'anticipo.

Estinzione del fido e ostacoli burocratici dell’anticipo fatture

Nei casi più comuni, l'anticipo fatture può essere estinto prima della scadenza del prestito o può essere soggetto a una proroga nel caso in cui l'incasso non avvenga entro i tempi previsti a causa di ritardi o insolvenza del debitore. Se l'obiettivo di chi richiede l'anticipo fatture rimane quello di ottenere liquidità immediata, i tempi della pratica (soprattutto in occasione della prima richiesta) e della burocrazia e le variabili menzionate all'inizio di questo articolo possono rallentare oltre modo la concessione del fido.

Quando l’anticipo fatture può essere rifiutato

In particolare, quando l'affidabilità dei clienti dell'impresa non viene ritenuta sufficiente dalla banca, oppure la situazione debitoria dell'azienda che fa richiesta di anticipo fatture alla banca è in temporaneo peggioramento, oppure la stessa azienda è di nuova costituzione, la richiesta di un fido per l'anticipo fatture può andare incontro a un secco rifiuto. Da notare, infine, quanto non sia un’operazione immediata oggi calcolare i tassi effettivi pagati sull'anticipo fatture, a causa di numerose commissioni e spese inclusi nel contratto stipulato tra la banca e il cliente.

Cosa fare quando l’anticipo fatture viene rifiutato dalle banche

In questo contesto, da alcuni anni è operativa sul mercato CashMe Spa che con il suo servizio di invoice trading online consente di ottenere liquidità immediata dalla cessione delle fatture a investitori istituzionali senza passare per il canale bancario. Senza alcuna garanzia richiesta e senza segnalazioni in centrale rischi, l’invoice trading oggi rappresenta l’alternativa all’anticipo fatture del sistema bancario pur senza essere uno strumento alternativo tout court agli istituti di credito tradizionale: piuttosto, uno strumento complementare per quelle PMI sane e meritevoli di sostegno che possono così sedersi al tavolo di confronto con i propri istituti di credito di riferimento da una posizione di maggiore forza negoziale.



-->