Le banche fanno (e faranno) sempre meno credito alle imprese

Le banche fanno (e faranno) sempre meno credito alle imprese

Mentre i crediti in sofferenza (NPL) vengono superati per la prima volta dai volumi delle inadempienze probabili (UTP), un rapporto della FABI dimostra come i guadagni dalla vendita di prodotti finanziari e assicurativi abbiano ormai da tempo superato i guadagni dai prestiti bancari.

Imprese e prestiti garantiti: la ricerca di un’alternativa per la liquidità

Imprese e prestiti garantiti: la ricerca di un’alternativa per la liquidità

Malgrado la possibilità di proroga delle moratorie garantite dallo Stato, per le imprese è già cominciato il ritorno alla normalità e in questo contesto l’invoice trading consente di soddisfare il bisogno di liquidità senza aumentare ulteriormente l’esposizione verso le banche.

L’invoice trading contro il rischio di eccessivo indebitamento delle imprese italiane

L’invoice trading contro il rischio di eccessivo indebitamento delle imprese italiane

Secondo uno studio Cerved i debiti finanziari delle imprese italiane sono cresciuti di oltre 90 miliardi di euro anno su anno, con oltre 120 mila imprese attualmente a forte rischio di default: ecco come l’invoice trading può sostenere il fabbisogno di liquidità senza tuttavia generare

Read more…

PMI e credit crunch: quali sono le regioni dove gli NPL crescono di più

PMI e credit crunch: quali sono le regioni dove gli NPL crescono di più

Si moltiplicano i segnali di una prossima contrazione del credito nei confronti delle piccole e medie imprese, come dimostrano i dati sulla crescita degli NPL su base regionale.

Credit crunch e imprese inadempienti: segnali da non trascurare

Credit crunch e imprese inadempienti: segnali da non trascurare

L’introduzione delle nuove misure che identificano lo stato di inadempienza delle aziende, molto dibattuta in queste settimane, è uno dei tanti segnali che sembrano preannunciare l’arrivo di un nuovo “credit crunch” per le piccole e medie imprese.

Finanziamenti alle PMI e liquidità: la velocità è tutto

Finanziamenti alle PMI e liquidità: la velocità è tutto

Mentre il totale della liquidità garantita dallo Stato tramite il Fondo di Garanzia supera il traguardo simbolico dei cento miliardi di Euro, cresce giorno dopo giorno il bisogno di canali di finanziamento immediati e complementari rispetto al credito bancario, soprattutto per le PMI più esposte

Read more…

Cresce il rischio di “credit crunch”: quali sono le alternative per le PMI

Cresce il rischio di “credit crunch”: quali sono le alternative per le PMI

L’introduzione di regole più restrittive per le banche sui crediti deteriorati rischia di avere un effetto negativo sull’erogazione del credito verso le PMI: ecco perché è importante conoscere fin da subito le possibili alternative al canale bancario.

Dai corporate bond all’invoice trading: imprese in cerca di liquidità

Dai corporate bond all’invoice trading: imprese in cerca di liquidità

Emissioni record di obbligazioni da parte delle imprese americane ed europee: per le PMI, tuttavia, la raccolta di liquidità prudenziale in un contesto economico incerto passa necessariamente attraverso altri strumenti, non solo bancari.

Liquidità immediata per le PMI: il potenziale dei crediti commerciali

Liquidità immediata per le PMI: il potenziale dei crediti commerciali

Un ulteriore canale di liquidità per le PMI colpite dagli effetti negativi della pandemia di Coronavirus viene dal mercato dei crediti commerciali, il cui valore potenziale ammonta a 483 miliardi di euro.

Credit crunch: quali sono i settori che rischiano di più

Credit crunch: quali sono i settori che rischiano di più

Prodotti metallici, tessili e abbigliamento, ma anche costruzioni, alimentari, e molti altri ancora: sono questi i settori dove si registrano il maggior numero di aziende che hanno chiesto una moratoria sui prestiti nel corso del 2020, secondo i dati di Crif Ratings.