Chi siamo
Come funziona
Digital reverse
Vantaggi
Blog
030 8085393
Contattaci
Login
Registrati

Fintech

Anticipo fatture con Dynamic Discounting: che cos’è e a chi si rivolge


Il Dynamic Discounting consente di automatizzare lo sconto commerciale a fronte di un pagamento anticipato: ecco a chi si rivolge e quali sono i principali vantaggi rispetto alle soluzioni tradizionali.

Marzo 22, 2022

Aziende medio-grandi, con facilità di accesso al canale bancario dovuta a un buon rating e sufficienti riserve di liquidità: sono queste imprese i principali fruitori del servizio conosciuto come dynamic discounting, che consente di automatizzare il processo interno di sconto dei crediti commerciali a fronte di un pagamento anticipato nei confronti dei propri fornitori.

Il dynamic discunting per automatizzare il processo di sconto in fattura con pagamento anticipato

Il dynamic discounting, come altre soluzioni che perseguono il medesimo obiettivo di sostenere una determinata filiera di imprese, viene richiesto da aziende e imprese capo-filiera i cui fornitori sono per lo più PMI in cerca di liquidità immediata e intenzionate a ottenere fonti di finanziamento diversificate, a causa di costi di accesso al credito abitualmente maggiori rispetto alle aziende più importanti.

Fenomeno relativamente recente, incentivato dalla diffusione delle nuove tecnologie e della completa tracciabilità dei processi, il dynamic discounting prende il posto del processo manuale e solitamente "informale" di sconto delle fatture in cambio di un pagamento anticipato, per rendere questo stesso processo interamente automatico tramite una piattaforma specializzata.

La crescita nell’ultimo anno del dynamic discounting e il confronto con il reverse factoring

Non è un caso che, a fronte di questo netto miglioramento di un processo tradizionale altrimenti complesso e non scalabile, il dynamic discounting abbia fatto registrare nel corso dell’ultimo anno una crescita pari al 200% secondo le ultime stime dell’Osservatorio Supply Chain e Finance del Politecnico di Milano, pur mantenendosi su volumi totali inferiori al miliardo di euro nel nostro Paese.

In questo senso, il dynamic discounting si colloca come una delle tante soluzioni oggi disponibili per consentire alle grandi aziende di supportare la propria filiera di fornitori: tra queste rientra anche il reverse factoring, che prevede la cessione pro soluto dei crediti commerciali in cambio di liquidità immediata da parte di investitori, come avviene nel caso del nostro servizio CashMe Digital Reverse.

Da non sottovalutare, infine, l'impatto positivo che il ricorso al dynamic discounting può avere sullo stesso rating ESG delle aziende: le imprese che ne fanno uso possono includere un claim etico nel proprio bilancio di sostenibilità, o direttamente sul proprio sito, nella misura in cui contribuiscono ad agevolare l'accesso alla liquidità dei propri fornitori e a ridurre il loro ricorso all'indebitamento, aumentando di conseguenza la sostenibilità dell'intera filiera.

Non sei ancora cliente CashMe?



-->